OM/YL Online  

   

Login  

   

donazione  

 
   Donazione a sostegno e per lo
      sviluppo
del Club Italiano
                Modi Digitali
               Psktrentunisti

   

MultiTrans  

   
   

PSK31

Dettagli

 

                                                                     PSK31


PSK31 è basato su un’idea di SP9VCR sviluppata da Peter Martinez, G3PLX, il quale ha sviluppato anche l’AMTOR. Basato sull’RTTY, il PSK viene usato per QSO in diretta da tastiera a tastiera a 50 WPM (p/m) (31 Baud) e usa “Phase Shift Keying” (Manipolazione per cambio di fase) ai valori di mark e space anziché cambiamento di frequenza, come l’RTTY (FSK).

Il DSP viene utilizzato per effettuare il cambio di fase di 180 gradi quando occorre una commutazione da mark a space. L’analisi del DSP permette al programma di rilevare istantaneamente questi cambi di fase.

Il PSK lavora con una larghezza di banda realmente molto stretta che riduce fortemente il rumore e il QRM.Questo segnale così stretto lo converte in modo QRP (bassa potenza), con possibilità di magnifici collegamenti intercontinentali con solo 5 Watt.

Il filtro DSP “front-end” e il profilo dell’impulso mantengono la forma d’onda compatta approssimativamente 40 Hz a–3dB e 80 Hz a-40dB. La forma dell’impulso utilizza un elevato coseno per incrementare l’ampiezza durante i cambi dall’una all’altra fase e mantenere l’ampiezza al suo valore massimo quando non c’è inversione di fase.

Il PSK31 utilizza ampiezza di banda molto inferiore ai modi digitali tradizionali, come si vede nelle figure seguenti.

                                                 

                                                                             

                                                 

fig1 = segnale in rtty

                fig2 = segnale in psk31               

 I due modi del PSK31: BPSK e QPSK.

Nel modo QPSK, in luogo di un’unica manipolazione per inversione di fase, o cambiamento di fase di 180 gradi, è possibile anche un paio di cambiamenti di fase addizionali di 90 e 270 gradi

Se si considera che il BPSK effettua un’inversione della polarità, il QPSK deve considerarsi come due segnali BPSK coesistenti nella stessa frequenza, sfasati 90 gradi l’uno dall’altro e con la metà di potenza in ognuno di essi.

La velocità extra in QPSK viene utilizzata per la correzione dell’errore. Questo modo lavora bene in alcune condizioni. In condizioni di certi rumori e segnali deboli può essere vantaggioso l’uso della piena potenza (un solo segnale) del modo QPSK.

clicca sui modi per ascoltare: segnali psk - bpsk31 - qpsk31

   
   
© PSKTRENTUNISTI ITALIAN CLUB (PIC)