OM/YL Online  

   

Login  

   

donazione  

 
   Donazione a sostegno e per lo
      sviluppo
del Club Italiano
                Modi Digitali
               Psktrentunisti

   

MultiTrans  

   
   

SSTV

Dettagli

                                                                      SSTV

 

L’SSTV è facsimile. E facsimile è un metodo per produrre un’immagine una riga per volta. I giornali e la stampa a mezzo telescrivente (ad es. AP, Reuters, UP) usano il facsimile per foto e testo via filo e via radio. Il facsimile usa un sistema a scansione per linee. Quante più linee,

quindi più tempo viene impiegato a inviarle creando immagini a fuoco meglio definite. La scansione a linee è un concetto molto vecchio. Viene usato in rilievo a raggi infrarossi e ricognizione militare. Degli Artisti hanno usato il concetto di copiare immagini di grafici a mano libera. Ham Radio Video è un sistema di compromesso che funziona abbastanza velocemente da produrre  immagini molto belle.

Le immagini a Scansione Lenta usate dai radioamatori possono essere inviate in una varietà di formati di tempo. Foto semplici in bianco e nero a bassa risoluzione possono essere inviate in 8 ½ secondi. Immagini di buona qualità in bianco e nero o colore possono essere inviate in un tempo di 1÷3 minuti. Eccellenti immagini a colori possono essere inviate in circa 4 minuti. La risoluzione standard di un’immagine, è oggi 640 x 480 pixels (di larghezza x altezza) con colore a 24-Bit color (anche conosciuto come Truecolor) è in grado di riprodurre fino a 17 milioni di differenti colori.- Questi sono minute variazioni di 8 colori basilari quali rosso, giallo, verde, blu,bianco,nero,magenta e ciano (gruppo di colori dal blu al blu verdastro N.d T.). In breve, Immagini in Slow Scan (Scansione Lenta) che usano formati quali Scottie #1 o Martin #1 lasciano attoniti! Ci sono cinquanta o più formati creati da molti differenti programmatori.

Così ora si dovrebbe essere confusi! Si, Slow Scan in realtà è più veloce del facsimile ma più lento della Televisione standard! Si possono usare i formati più lunghi come Scottie DX o WRASSE 180 (4-5 minuti) e ricevere belle immagini anche in difficili condizioni di ricezione.

Ormai, probabilmente si è udito l’SSTV su 14.230-233 MHz o 7173 MHz. Si può imparare molto ascoltando. Non investire nelllo Slow Scan fino a quando non si è imparato qualcosa su di esso, da coloro che conoscono di che cosa si tratta. I nuovi venuti hanno molte idee errate circa il Modo e saranno scarsi insegnanti. Gli anziani che sono padroni dei ROBOTS sono di poco aiuto se non sono diventati esperti utenti dei PC e non usano programmi di SSTV come routine.

Un amatore chiamato Copthorne MacDonald (1960) sviluppò originariamente ciò che oggi erroneamente è chiamata SSTV. Il nome Slow Scan effettivamente era riferito alla normale Televisione.

In sintesi, la TV di Amatore è detta Fast Scan (Scansione Veloce) dal momento che è virtualmente in tempo reale. Ma la TV regolare richiede una grande larghezza di banda perché le immagini in movimento necessitano di molti fotogrammi al secondo. La Slow Scan, usando uno spettro audio di larghezza 1200 ÷ 2300 Hz può inviare intorno al mondo immagini a colori a alta risoluzione quasi istantaneamente. In conclusione, chiamiamola Slow Scan Video (Video a Scansione Lenta), anziché televisione!

Intorno al 1992-93, quando il Personal Computer incominciò a fare la sua apparizione negli shacks dei Radioamatori, la Slow Scan non fu più un’attività cara, sperimentalista, di élite. Prima di quel tempo un convertitore caro costruito dalla ditta ROBOT RESEARCH era l’unico modo per ricevere e trasmettere la Slow Scan. Dopo parecchi anni di programmi di PC, scritti da Radioamatori che si occupavano anche di programmazione , il modo fece un balzo in avanti in popolarità quando Windows della Microsoft e INTEL aprirono nuove e migliori prestazioni, specialmente nella velocità della CPU, miglior colore e più alta risoluzione.

 clicca qui per ascoltare il modo digitale

                                            

   
   
© PSKTRENTUNISTI ITALIAN CLUB (PIC)